Stampa

Capaci: alla ricerca della Memoria

Il racconto della storia di Giovanni Falcone spiegato ai più piccoli con l’ausilio di un gioco basato su attenzione, ascolto, memoria, orientamento e impegno.

  • 4 ore
  • minimo 20
  • 8 -12anni

Passando in autostrada da Capaci, un bimbo guarda fuori dal finestrino e nota qualcosa: “Papà, perché lassù c’è scritto NO MAFIA?” 

Parlare di mafia ai bambini si può. E si deve. Bisogna però trovare gli strumenti adatti per farlo. Con il linguaggio giusto, ma senza banalizzare. Non dando niente per scontato. E consapevoli che le loro acute domande spesso prendono gli adultia alla sprovvista. 

Anche un gioco può servire. Come sempre, il gioco è il miglior alleato degli educatori. 

Per parlare di Falcone e di Capaci a bambini di scuola elementare, abbiamo pensato a un gioco di ricerca. Un itinerario da scoprire con il proprio spirito critico e da percorrere sulle proprie gambe. Dal luogo della strage, dove nel ‘92 si apriva la voragine scavata dall’esplosione, al punto in cui fu azionata la detonazione e in cui oggi giganteggia la scritta "NO MAFIA".

Dopo l’impegno della ricerca e la fatica per un cammino che si inerpica fino alla meta, c’è una ricompensa: piccoli gadget che i bambini porteranno a casa a ricordo della giornata, ma soprattutto un bagaglio di consapevolezza e riflessione che in futuro potrà aiutarli a scegliere la strada giusta. Anche se in salita.

Il programma è suscettibile di variazioni in considerazione di giorni e orari di chiusura di musei e ristoranti, nonché della disponibilità dei testimoni.

Mappa Autorizzazione n° 54/S9-TUR del 04/05/2016