Stampa

Weekend a Palermo
Soggiorno etico nella capitale siciliana

City break alla scoperta dei luoghi-simbolo dell'antimafia civile e della ribellione al racket. Un nuovo modo di scoprire Palermo, dove ogni tappa offre lo spunto per una riflessione sul fenomeno della mafia e sulla mobilitazione civile contro il potere mafioso.

  • 3 giorni
    2 notti
  • minimo 2
  • ogni venerdì
  • Italiano
  • Inglese

City break alla scoperta dei luoghi-simbolo dell'antimafia civile e della ribellione al racket.
Un nuovo modo di scoprire Palermo, dove ogni tappa offre lo spunto per una riflessione sul fenomeno della mafia e sulla mobilitazione civile contro il potere mafioso.

programma

1° giorno

Arrivo - Palermo

Si consiglia l’arrivo entro il pomeriggio, trasferimento autonomo a Palermo e check-in al b&b selezionato.

Hai mai pensato che ciò che spendi durante un viaggio possa finire nelle mani sbagliate?

Quando nel 2004 Addiopizzo è nato, ha chiesto a ciascuno di prendere la propria responsabilità contro il pizzo: sostenere imprese e negozi che non pagano il pizzo significa anche assicurarsi che i propri soldi non finanzino la mafia.

L’accoglienza dei nostri weekend a Palermo è effettuata presso b&b e case vacanze, situati in centro storico, i cui proprietari aderiscono al circuito etico pizzo-free: per conoscere la parte più sana della città, contribuire allo sviluppo di un circuito di economia pulita, e dimostrare che stare dalla parte della legalità, conveniene.

2° giorno

Palermo, NO mafia!

Pochi passi dal vostro b&b e raggiungete il meeting point dell’escursione di oggi: il tour inizia alle 10:00, ma suggeriamo sempre di essere lì 10 minuti prima!

Il walking tour è guidato da nostri mediatori culturali: persone del posto con l’interesse per la propria cultura e gli aspetti più propriamente sociali. La passeggiata di circa 3 ore si svolge in centro storico e permetterà di scardinare i luoghi comuni sulla Sicilia e conoscere una città molto diversa da quella raccontata dai film.

Dal teatro Massimo sino a Piazza Beati Paoli, passando per il celebre e pittoresco mercato del Capo e Piazza della Memoria, in cui è stato inaugurato nel 2006 il memoriale dedicato ai magistrati uccisi dalla mafia. E poi ancora la Cattedrale e il Municipio, simboli del connubio fra mafia e istituzioni. Infine Piazza Magione, nel quartiere arabo della Kalsa, cuore pulsante della città: qui, dove la presenza criminale è ancora molto marcata, trascorsero l'infanzia Falcone e Borsellino; qui, dove molti vivono ancora oggi in condizioni di disagio, concentra i suoi progetti sociali il Comitato Addiopizzo, l'associazione che ha reso possibile la denuncia del pizzo in città.

Durante il percorso, si incontrano molte vetrine che espongono il loro della campagna di consumo critico "Pago chi non paga": sono esercenti che hanno detto NO al racket, dichiarando pubblicamente di non voler più pagare il pizzo.

Il tour si conclude con una degustazione di streetfood presso l'Antica Focacceria San Francesco, locale storico palermitano che, oggi, è anche un simbolo della ribellione degli imprenditori contro il pizzo: i proprietari hanno avuto il coraggio di denunciare i propri estorsori, segnando una svolta nella storia della lotta al racket a Palermo.

3° giorno

Tempo libero a Palermo - Partenza

Giornata libera per visite autonome in città o nei dintorni: la città offre tantissimi spunti di visita, musei, chiese, giardini, spesso unici in Europa!

La passeggiata del giorno precedente vi avrà lasciato con la voglia di rivedere con più calma qualcosa, ma se volete cambiare zona consigliamo di tuffarvi nel coloratissimo e multietnico mercato di Ballarò. Per pranzo non lasciatevi sfuggire le pietanze di Moltivolti: il menù di questo ristorante cooperativo, propone piatti tipici di diversi paesi del Mediterraneo.

Durante le belle giornate, un’idea fuori dal centro può essere Mondello: a soli 10 km dal centro storico, rinomata località balneare dalla sabbia finissima. Il golfo è incantevole, chiuso scenograficamente fra il Monte Gallo e il Monte Pellegrino, da cui suggeriamo di salutare Palermo per un ultima volta. "Il promontorio più bello del mondo", secondo la celebre definizione di Goethe, custodisce, in una grotta, il santuario della protettrice, Rosalia e domina dall'alto l'intera città di Palermo.

Si consiglia la partenza nel tardo pomeriggio, per effettuare visite autonome o partecipare ad un’altra delle nostre escursioni.

Il programma è suscettibile di variazioni in considerazione di giorni e orari di chiusura di musei e ristoranti, nonché della disponibilità dei testimoni.

Alloggi Pernottamenti inclusi in uno dei seguenti alloggi, o in uno di pari livello

B&B Casa Degli Artisti

B&B / Guesthouse Palermo

La Dimora del Capo

B&B / Guesthouse Palermo