Stampa

Palermo Porto Aperto - la città multietnica ieri e oggi

Un tour nel cuore della città multietnica di ieri e di oggi: seguendo le tracce lasciate da arabi, ebrei, bizantini e normanni nei secoli passati, per scoprire la nuova Palermo composta da autoctoni e migranti in un mix di culture diverse.

  • 3 ore
  • minimo 1
  • su richiesta
  • Spagnolo
  • Francese
  • Italiano
  • Inglese

Perché fare quest'esperienza

  • Ammira i monumenti Arabo-normanni, patrimonio dell'Umanità Unesco
  • Esplora la Meschita, l'anico quartiere ebraico
  • Scopri il coraggio della comunità bengalese che si è ribellata alla mafia
  • Incontra i volontari delle associazioni impegnate per l'integrazione
  • Gusta i sapori delle tradizioni culinarie del Mediterraneo

Nel medioevo, Palermo era un "melting pot" di genti diverse che coesistevano ciascuna conservando la propria lingua, la propria religione, le proprie tradizioni. I re normanni furono particolarmente tolleranti e valorizzarono le diverse componenti culturali del loro regno, favorendo così la crescita economica, l'interscambio, lo sviluppo delle scienze e delle arti. 
La Palermo di oggi è nuovamente una città multietnica, con un buon livello di integrazione e una vocazione all'accoglienza. Una città che per molti è un luogo di transito temporaneo, ma che per altri rappresenta l'occasione di sentirsi parte attiva di una collettività. Al di là del passaporto o del colore della pelle.

Il programma è suscettibile di variazioni in considerazione di giorni e orari di chiusura di musei e ristoranti, nonché della disponibilità dei testimoni.