Stampa

Colori di Sicilia: Palermo e Trapani

Palermo e Trapani, fra le aree più affascinanti della Sicilia, sono zone ad alto valore per la produzione agricola di prodotti tipici: vigneti ed oliveti dominano i paesaggi dell’entroterra, mentre sulla costa di Trapani si estrae il sale dai bacini con le stesse tecniche in uso da secoli. Conservano ancora il sapore di antico ed una natura selvaggia, dominata dal contrasto fra il bianco abbagliante delle Saline, il giallo brunito dei campi e il verde acceso delle vigne fiorite. È nel cuore delle due province che oggi la mafia può dirsi purtroppo ancora forte, ma è proprio da qui che nascono esperienze significative che erodono il consenso di cui Cosa nostra tuttora gode. Un salto fra passato e presente per conoscere il volto della Sicilia più vera.

  • 5 giorni
    4 notti
  • minimo 20
  • 13 -17anni


HIGHLIGHTS

  • Incontra le persone impegnate in prima linea contro la mafia scoprendo, ad esempio, la storia dell’impegno di Danilo Dolci al fianco degli ultimi
  • Scopri il territorio di Palermo e quello di Trapani, in equilibrio fra la campagna e la costa
  • Impara l’antica tecnica di estrazione del sale marino, tuttora in uso
  • Ammira due perle della Sicilia occidentale: Selinunte ed Erice
  • Esplora la Riserva Naturale dello Zingaro, uno degli scorci più belli della Sicilia, tra mare cristallino e macchia mediterranea
  • Ogni giorno un menù diverso: degusta le specialità della cucina siciliana
  • Puoi contare su un mediatore culturale di Addiopizzo Travel che ti guiderà per tutta la durata del viaggio

programma

1° giorno

ARRIVO – CAPACI - SALINE

Si consiglia l’arrivo in mattinata.

Vi accogliamo in aeroporto/stazione e vi presentiamo Addiopizzo e il tour. La prima tappa è Capaci sul luogo dell’attentato al giudice Giovanni Falcone. Attraverso le parole di un cittadino di Capaci, nonché testimone oculare, si ripercorreranno gli anni dello stragismo mafioso.

Pranzo presso la pizzeria Alla Stazione, location del film “I cento passi”, o presso la pizzeria Impastato, gestita dalla famiglia di Peppino.

Ci trasferiamo nella provincia trapanese per visitare le straordinarie Saline, riserva naturale orientata gestita dal WWF. Oltre alla suggestiva bellezza il luogo rimanda ad una tradizione antica: ancora oggi, infatti, qui si estrae il sale marino.

Infine, ci spostiamo a Valderice in struttura ricettiva per il check-in, la cena e il pernottamento.

2° giorno

ZINGARO – TRAPPETO

Prima colazione e passeggiata guidata nella Riserva dello Zingaro, riserva naturale orientata che si estende nella parte occidentale del golfo di Castellammare. I 7 km di sentiero costiero che si affaccia sulle calette dal mare cristallino, diventano l’occasione per esplorare la biodiversità della macchia mediterranea. Pranzo al sacco incluso.

Il pomeriggio lo dedichiamo all’approfondimento della figura di Danilo Dolci, educatore ed attivista triestino, promotore di una lotta politica nonviolenta in favore del miglioramento delle condizioni di vita degli abitanti del territorio. Dapprima visitiamo il porticciolo di Trappeto, luogo in cui ebbero inizio le proteste nonviolente. Conosciamo a seguire Borgo di Dio, centro delle attività di Danilo Dolci negli anni Cinquanta. Qui incontriamo Orazio De Guilmi, uno dei suoi collaboratori più stretti, o un rappresentante dell’Associazione Amici di Danilo Dolci, tuttora prosecutori dell’impegno e della pedagogia di Dolci.

Rientriamo in struttura ricettiva, cena e pernottamento.

3° giorno

MONREALE - PALERMO NO MAFIA

Colazione e poi ci muoviamo alla scoperta della provincia palermitana: visita guidata della maestosa cattedrale di Monreale, ricca di mosaici, e del chiostro. Poi Palermo, passeggiando per le vie del centro storico sino al pranzo presso l’Antica Focacceria San Francesco, che dal 1834 cucina il tipico cibo ‘da strada’ palermitano. I proprietari hanno denunciato gli estorsori nel 2005, divenendo così il simbolo della ribellione antiracket.

A seguire ecco il nostro walking tour, alla scoperta di luoghi-simbolo dell’antimafia civile (tra le tappe: mercato del Capo, piazza della Memoria, Cattedrale, Quattro Canti, piazza Pretoria).

Rientriamo in provincia di Trapani in struttura ricettiva, ceniamo e pernottiamo.

4° giorno

SELINUNTE – MAZARA DEL VALLO

Dopo la colazione partiamo alla volta di Selinunte per visitare, grazie ad una guida, l’area archeologica (bus interno facoltativo e a pagamento).

È il momento del pranzo: degustazione di prodotti tipici a cura del Consorzio Valli Belicine di Marinella di Selinunte. Avremo modo così di conoscere Nicola Clemenza, imprenditore del consorzio, che ci racconterà la sua storia di ribellione alla mafia e di resistenza in un territorio difficile.

A stomaco pieno ci dirigiamo a Mazara del Vallo, che dista appena 200 km dalle coste tunisine del Nord-Africa, a cui culturalmente è legata. Passeggiata  nella Casbah, il centro storico, un tempo racchiuso dentro le mura normanne, oggi affascinante dedalo di strette viuzze: qui si riscontrano i tratti tipici dell’impianto urbanistico islamico tipico delle medine.

Rientriamo in struttura ricettiva, cena e pernottamento.

5° giorno

TRAPANI - ERICE

Prima colazione e check-out. Ultimo giorno che comincia con una passeggiata in libertà nel centro di Trapani. La città, il cui nome antico, Drepanon, significa falce, è proprio una lingua di terra affacciata sul mare. Tra i siti più interessanti si annoverano la Casina delle Palme, in stile liberty, la barocca chiesa del Collegio dei Gesuiti, la chiesa del Purgatorio, che ospita le vare della celebre processione dei Misteri trapanesi, la Porta Oscura con la Torre dell’Orologio e il litorale dell’area portuale.

Pranzo libero non incluso.

Pomeriggio da emozioni forti: da Trapani arriviamo fino a Erice in funivia (compatibilmente con le condizioni meteorologiche). Il mezzo risale il Monte San Giuliano e consente di godere di una vista mozzafiato sulla “falce” di terra che dà nome al capoluogo. Passeggiamo nello splendido borgo medievale di Erice avendo la possibilità di visitare autonomamente alcune fra le attrazioni della cittadina: il Duomo, la Torre, il Castello di Venere, il giardino del Balio. Un po’ di relax e tempo libero per gli ultimi acquisti prima della partenza.

Vi accompagniamo in aeroporto/stazione, aspettando il vostro ritorno in Sicilia.

Si consiglia la partenza nel tardo pomeriggio.

Il programma è suscettibile di variazioni in considerazione di giorni e orari di chiusura di musei e ristoranti, nonché della disponibilità dei testimoni.

Mappa Autorizzazione n° 54/S9-TUR del 04/05/2016

Alloggi Alloggi inclusi nel pacchetto

In questo tour visiterai:

Durante questo tour potresti incontrare: