CAPACI A PORTE APERTE - Volti, storie e testimoni dell'immigrazione.

È partito ieri a Capaci, con una tavola rotonda che ha visto la presenza di Valeria Calandra, responsabile di Sos Mediterranee e della nave Aquarius, impegnata nei salvataggi in mare nel Mediterraneo, il progetto "CAPACI A PORTE APERTE - Volti, storie e testimoni dell'immigrazione".

Un percorso di riflessione e confronto sulla urgente questione dell’accoglienza dei migranti che prevede la partecipazione di tanti protagonisti e testimoni di questo dramma odierno. 

Ancora due appuntamenti questa settimana, con la proiezione il 3 ottobre alle 21 di FUOCAMMARE, il film-documentario, diretto da Gianfranco Rosi, che ha per oggetto l'isola di Lampedusa e gli sbarchi di migranti, premiato con l'Orso d'oro per il miglior film al Festival di Berlino 2016 e candidato come miglior documentario agli Oscar 2017.

Il 5 ottobre alle 18 sarà proprio il protagonista del documentario, il medico di Lampedusa Pietro Bartolo, che assieme alla giornalista Rai Lidia Tilotta, presenteranno il loro libro LACRIME DI SALE.
Si prosegue il 18 ottobre con “L'integrazione come opportunità: il ruolo di chi innova”, una tavola rotonda con Ashoka fellow. Diversi gli ospiti che verranno da altre regioni, come Carlo Stasolla (Associazione 21 luglio - Roma), Vincenzo Linarello (consorzio Goel - Calabria) e Alfonso Molina (Fondazione Mondo Digitale - Roma).

Ultimi due appuntamenti della rassegna a novembre, il 16 con la presentazione del libro MIMì CAPATOSTA. MIMMO LUCANO E IL MODELLO RIACE con l'autrice Tiziana Barillà e il Sindaco di Riace Domenico Lucano, il 30 novembre con la presentazione del libro MARE NERO di Francesco Viviano, giornalista di Repubblica.

Tutti gli appuntamenti sono previsti nei locali della Chiesa Madre di Capaci.

Il progetto è portato avanti dalla parrocchia Sant'Erasmo, Addiopizzo Travel, Famiglia Francescana, Terravecchia, Mosaicando e da tanti volontari.